skip to Main Content
+39 055 3220895 oxfamedu@oxfam.it

Siamo parte del progetto transatlantico #amplifyyouthvoices e in collaborazione con #OxfamItalia abbiamo deciso di lanciare una campagna per favorire l’utilizzo delle mascherine lavabili in stoffa. 

Durante il lockdown ci siamo resi conto di quante mascherine chirurgiche avremmo dovuto usare fino alla fine dell’emergenza sanitaria. Facendo qualche ricerca e leggendo alcuni studi che sono stati fatti sull’argomento (come quelli del Politecnico di Torino e di Legambiente), è risultato evidente che l’impatto ambientale dell’utilizzo delle mascherine chirurgiche, prodotte con materiali derivanti dalla plastica, non debba essere affatto sottovalutato. 

Le mascherine usa e getta, infatti, essendo considerate materiale sanitario non riciclabile, vanno gettate nell’indifferenziato, venendo pertanto smaltite nell’inceneritore e producendo migliaia di tonnellate di Co2 ogni mese. Questo solo in Italia. 

Inoltre, l’abbandono di questi dispositivi di protezione individuale nell’ambiente, pratica che purtroppo sembra sempre più diffusa, causa un inquinamento molto esteso e pericoloso sia per l’ambiente che per l’uomo. 

L’utilizzo di mascherine in stoffa o con materiali lavabili e riutilizzabili, di contro, permette di diminuire notevolmente l’impatto ambientale della pandemia.

Tale utilizzo è stato approvato dalla comunità scientifica, che ha mostrato come anche le mascherine in stoffa riducano la diffusione del virus. 

Il DPCM 26/04/2020 indica la possibilità di usare le “mascherine di comunità”, ovvero “mascherine lavabili anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso”. 

Ecco perché abbiamo deciso di dedicare la nostra campagna relativa all’emergenza climatica alla promozione dell’utilizzo di dispositivi di protezione individuale che non siano usa e getta. 

Indossare una mascherina lavabile è un piccolo gesto ma che può fare la differenza. Seguici sul nostro profilo Instagram @amplifyyouthvoices per saperne di più!

Back To Top